Dal ciclismo alla corsa senza infortunarsi, possibile?

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Dal ciclismo alla corsa senza infortunarsi

In questo articolo vediamo come passare dal ciclismo alla corsa senza infortunarsi

Una fra le tipologie di podisti che mi capita più frequentemente di vedere in studio è l’ex-ciclista che ha deciso di passare alla corsa.

Per questo motivo ho deciso di scrivere un articolo dedicato.

Dal ciclismo alla corsa, dove sta il problema?

L’ex ciclista che si vuole dedicare alla corsa si scontra velocemente con un paradosso.

Il sistema aerobico è ben allenato, le lunghe ore di bici permettono di allenare il cuore e i polmoni a resistere sforzi intensi prolungati.
Il sistema meccanico formato dall’insieme dei muscoli, tendini ed articolazioni non è abituato al movimento.

 

In pratica ci si trova in una macchina con il motore di una Ferrari, ma una carrozzeria di una Panda. Cosa potrà andare storto?

Bici vs corsa, analisi del movimento

Sia la bicicletta che la corsa si definiscono movimenti ciclici, ovvero una serie di movimenti che si ripetono sempre uguali nel tempo.

La differenza sostanziale è che chi va in bici fa contrarre i suoi muscoli in un’azione di accorciamento (azione concentrica), mentre nella corsa i muscoli si contraggono mentre si allungano (contrazione eccentrica).

Questa differenza è dovuta al fatto che, mentre nella bici si devono spingere o tirare i pedali, la corsa è una serie di rimbalzi ripetuti. Questo movimento prevede un’azione muscolare completamente opposta.

 

Come risolvere questo paradosso?

I consigli della nonna sono sempre validi.

Iniziare con gradualità e controllare i carichi di allenamento è l’approccio migliore. Bisogna dare tempo al sistema muscolo-tendineo ed articolare di adattarsi alla nuova situazione.

Contrariamente a quanto si crede, questo processo non può essere completato nel giro di poche settimane, ma probabilmente saranno necessari alcuni mesi.

Durante questo periodo, si deve avere pazienza e si deve procedere con il freno a mano tirato. Aumentare il volume di allenamento del 10% a settimana può essere una regola valida.

Esercizi specifici

Per supportare questo processo di adattamento, si può dare una mano al proprio corpo con esercizi specifici per i distretti più delicati.

In primis il polpaccio e il tendine d’Achille.

Il tendine d’Achille, che nella bicicletta è sostanzialmente a riposo, si trova ad essere il motore principale dell’incedere del podista.

Supportarlo con esercizi eccentrici può essere una buona protezione contro gli inconvenienti.

Se il complesso polpaccio-tendine d’Achille è quello esposto ai rischi più alti, anche ginocchia ed anche non scherzano.

Per aiutare questi distretti potete svolgere gli esercizi che ho segnalato in questo articolo.

 

Conclusioni

Passare dal ciclismo alla corsa è abbastanza complesso, spesso si va incontro ad infortuni che spengono la passione sul nascere.

Allenarsi con regolarità (ma senza esagerare), aspettare che il corpo si adatti alla nuova attività e supportare il processo con esercizi specifici è indispensabile.

Ricapitolando i due parole: pazienza e metodo!

  • Altri articoli interessanti

    Scrivimi

    Cerca un articolo

  • 7 commenti su “Dal ciclismo alla corsa senza infortunarsi, possibile?

    1. Riccardo Sarcinella ha detto:

      sempre articoli di qualità!

      1. nicolarossift ha detto:

        Gracias

    2. turkce ha detto:

      I have been exploring for a bit for any high-quality articles or blog posts in this kind of area . Jan Sargent Sheeran

    3. erotik ha detto:

      As a Newbie, I am constantly exploring online for articles that can be of assistance to me. Thank you Laney Isadore Roots

    4. yabanci ha detto:

      Thanks to my father who stated to me about this webpage, this webpage is truly remarkable.| Xenia Dunstan Hoffman

    5. erotik ha detto:

      Great post! We are linking to this particularly great post on our site. Keep up the good writing. Bathsheba Berkie Beatrisa

    6. erotik ha detto:

      Proin dapibus rutrum diam vitae commodo. In in velit quis lectus viverra aliquet sit amet ut ante. Etiam porttitor sem nec neque facilisis nec adipiscing felis porttitor. Gui Dukie Ignaz

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Iscriviti alla newsletter

    Ogni venerdì mattina riceverai una mail dove approfondirò un tema legato alla corsa

    Rimani informato sugli infortuni legati alla corsa con la mia newsletter

    Iscriviti alla newsletter

    Ogni venerdì mattina riceverai una mail dove approfondirò un tema legato alla corsa